Spread the love

Oggi martedì 16 febbraio 2021 si è tenuta la conferenza di presentazione del nuovo brand, il sesto, disponibile su Disney+: Star.

Star sarà fruibile a partire dal 23 febbraio e presenterà un catalogo molto ampio di film e serie già amate dal pubblico, ma anche molte esclusive prodotte da Disney. Star nasce per un bisogno di contenuti più adulti e adatti ad un pubblico over 18.

Le varie figure amministrative di Disney Italia che si sono susseguite nella conferenza hanno sottolineato il successo che sta avendo la loro piattaforma nel mondo, con 94,9 milioni di abbonamenti, ma anche l’enorme quantitativo di serie e film che sono pronti a mettere a disposizione all’interno di Disney+, parlando di più di 400 film e 6000 episodi, solamente per Star.

Ma andiamo più nello specifico a vedere queste nuove serie. Sicuramente, come già detto, Star nasce per un pubblico adulto, o quantomeno in età adolescenziale, infatti molte serie trattano temi più maturi, come Love, Victor serie che parla di integrazione e sessualità, oppure Big Sky, in cui un mistero di due ragazze scomparse lungo le strade americane agiterà gli abitanti di una classica cittadina del centro degli Stati Uniti. Vengono presentate anche due serie un po’ più lontane dalla realtà di tutti giorni, come Helstrom, serie basata sui due figli del diavolo di casa Marvel, ma anche Goodfather of Harlem, serie a tema mafioso ambientata durante gli anni della lotta razziale negli USA. C’è stato spazio, scusate il gioco di parole, anche per Solar Opposite, serie animata con protagonista una famigliola di alieni approdati sulla Terra, ancora inedita in Italia.

Dal mio punto di vista la parte più interessante è stata quella relativa alla collaborazione Disney-Italia, in cui sono state presentate due serie, The Good Mothers, mafia-drama di 6 episodi basato su una storia vera che racconta il mondo della mafia raccontato dal punto di vista delle mogli e delle figlie dei boss. Poi è stato il turno della serie tratta da Fate Ignoranti, film del 2001 diretto da Ferzan Ozpetek. In questa serie il regista originale si cimenta anche come showrunner per quattro episodi. Per concludere la sezione relativa all’Italia abbiamo avuto un simpatico siparietto in cui Francesco Pannofino presentava la quarta stagione della serie Boris. I presentatori della conferenza ci hanno fatto capire che queste sono solamente le prime collaborazioni tra il brand Disney e il nostro paese, dato che è stata sottolineata più volte l’intenzione di portare contenuti di carattere maggiormente indipendente e autoriale.  Inoltre queste collaborazioni si estenderanno a tutta l’Europa, non solo all’Italia.

Come facilmente intuibile Disney+ introdurrà un sistema di parental control, data l’enorme quantità di nuovi prodotti non adatti ai bambini. Questo sistema di sicurezza si dividerà in più livelli, infatti potremo impostare dei limiti di età per 6, 9, 12, 14, 16 e 18 anni. In più per poter visualizzare i prodotti over 18 potrà essere impostato un pin. Mossa saggia dal mio punto di vista, che si va ad aggiungere al già presente ‘’profilo bambini’’ dove, ovviamente, Star non sarà presente.

Oltre alle serie annunciate oggi nel corso dell’anno verranno inseriti su Disney+ tutti i prodotti già rivelati durante l’investor day, avremo film diventati cult nel corso degli anni, come Titanic, oppure Avatar, ma anche serie già concluse e osannate dai fan e dalla critica, come Scrubs e Lost. Sicuramente la mole di prodotti può giustificare l’aumento di prezzo, che passerà, per i nuovi abbonamenti, da 6,99€ mensili a 8,99€. Da notare che nel catalogo Star troveranno posto anche quei film, che sono proprietà della Disney, ma che fino ad ora non hanno trovato spazio sulla piattaforma, perché ritenuti troppo violenti per i bambini, come Deadpool, Logan oppure Alien.

Disney ha voluto anche precisare che i titoli cinematografici continueranno comunque a passare prima dalle sale e poi, solo successivamente, verranno inseriti nel catalogo della piattaforma streaming.

Sembra proprio che Star possa diventare una direttissima concorrente di Netflix e Amazon video, proponendo prodotti originali e utilizzando un catalogo ampio e molto vario.Con questa mossa Disney ha cercato indubbiamente di ritagliarsi un pubblico più adulto, utilizzando serie e film a cui siamo tutti legati e proponendo nuove storie che potrebbero  diventare classici in futuro, solamente il tempo ci dirà se questa mossa sarà risultata vincente.

Vediamo ora il comunicato stampa ufficiale :

16 febbraio 2021 – Si è tenuto oggi l’evento virtuale italiano di presentazione di Star, il nuovo brand di intrattenimento generale che dal 23 febbraio andrà a integrarsi all’interno del servizio streaming Disney+.

L’appuntamento è stato l’occasione per annunciare le produzioni originali Star italiane: la quarta stagione della serie cult comedy Boris, la serie TV tratta dall’omonimo film Le Fate Ignoranti di Ferzan Ozpetek e la serie crime basata su una storia vera, The Good Mothers.

In contemporanea, The Walt Disney Company EMEA ha rivelato la lista degli Original europei per Disney+, a conferma dell’impegno della Company a ideare, sviluppare e realizzare in Europa nuove produzioni originali. Famosi e pluripremiati creatori e produttori porteranno su Disney+ un ampio numero di storie europee con rilevanza locale che si aggiungeranno all’offerta di intrattenimento già conosciuta e amata dagli abbonati.

I primi dieci progetti commissionati da Disney+, sia per il brand Disney che per l’imminente arrivo del brand di intrattenimento generale Star, rappresentano il primo passo verso l’ambizioso progetto di Disney+ di ordinare 50 produzioni in Europa entro il 2024.

I progetti abbracciano diversi generi: drama, comedy, sci-fi e documentari e hanno avuto il via libera in Italia, Francia, Germania e nei Paesi Bassi, insieme a molti altri progetti in fase di sviluppo.

Da un thriller dedicato alla ‘ndrangheta con un cast al femminile, a un incredibile supernatural mistery, da potenti storie vere a un romantic drama, queste sono le nuove produzioni europee che aggiungeranno a Disney+ uno storytelling locale di alta qualità, garantendo sempre contenuti per tutti i gusti.

Diego Londono, EVP, Media Networks and Content, The Walt Disney Company EMEA ha così commentato: La strategia di commissioning mette in luce il nostro impegno nella produzione di contenuti originali di prim’ordine, creati specificamente per i mercati locali ma dotati dell’ambizione creativa necessaria a catturare l’attenzione degli spettatori di tutto il mondo. A livello globale, l’Europa è considerata una straordinaria potenza creativa e questo, unito alla grande esperienza Disney nel campo dello storytelling di alta qualità e ai suoi rapporti con alcuni dei migliori talenti dell’intrattenimento, renderà Disney+ la destinazione ideale in Europa per trovare contenuti interessanti e coinvolgenti”.

Liam Keelan, Vice President Original Content, The Walt Disney Company EMEA ha aggiunto: “I primi dieci progetti rappresentano la nostra ambiziosa visione per le produzioni locali. Questa offerta iniziale sottolinea l’impegno di Disney anche a livello locale di garantire la pluralità di voci e punti di vista e di lavorare con i migliori storyteller”.

L’OFFERTA STAR SU DISNEY+

L’evento virtuale è stato aperto da Daniel Frigo, Amministratore Delegato The Walt Disney Company Italia, che ha ribadito la centralità dei servizi DTC nel modello di business Disney, sottolineando l’impegno continuo da parte degli Studios Disney nella produzione sia di contenuti realizzati in esclusiva per la piattaforma, sia di contenuti che seguiranno il tradizionale percorso di release, arrivando prima nelle sale cinematografiche e sui canali lineari per poi approdare sul servizio di streaming del gruppo. “Ogni mese – ha dichiarato Daniel Frigo – arriveranno su Disney+ nuovi titoli dagli studi creativi Disney, inclusi Disney Television Studios (20th Television e ABC Signature), FX Productions, 20th Century Studios e Searchlight Pictures oltre ai contenuti di ESPN, National Geographic e alla programmazione locale”.

A quasi un anno dal lancio, Disney+ conta già 94,9 milioni di abbonati in tutto il mondo. L’arrivo di Star”, come ha affermato Kathryn Fink, General Manager Media, “nasce dal forte interesse del pubblico adulto già abbonato di avere su Disney+ ancora più contenuti dedicati”.

Completamente integrato all’interno di Disney+, Star debutterà come sesto brand, accanto a Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic. Con l’arrivo di Star, il 23 febbraio, l’offerta della piattaforma sarà ancora più ricca. Al momento del lancio, in Italia si aggiungeranno ai titoli già presenti su Disney+, 42 serie TV, 249 film e una lista di 5 Star Original. Entro un anno Star arricchirà ulteriormente l’offerta di Disney+ con oltre 400 film e circa 6000 episodi TV.

Al lancio di Star, Disney+ diventerà la casa esclusiva degli Star Original. Tra i titoli in streaming solo su Disney+ e disponibili dal 23 febbraio ci saranno: il thriller poliziesco Big Sky, creato dal narratore visionario David E. Kelley (Big Little Lies – Piccole grandi bugie, The Undoing – Le verità non dette); Love, Victor, la serie spin-off di Tuo, Simon scritta dagli sceneggiatori originali del film Isaac Aptaker (This Is Us) e Elizabeth Berger (This Is Us); la sitcom animata Solar Opposites, co-creata da Justin Roiland (Rick & Morty) e Mike McMahan (ex assistente sceneggiatore di Rick & Morty); oltre alle serie drama Helstrom, il cui produttore esecutivo è Paul Zbyszewski insieme a Karim Zreik e Jeph Loeb, e Godfather of Harlem, scritta da Chris Brancato e Paul Eckstein, con protagonista Forest Whitaker.

Nicolò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.